Privacy Policy Digital Wellbeing: mantenere sane le nostri abitudini tecnologiche Cookie Policy

venerdì 29 maggio 2020

Digital Wellbeing: mantenere sane le nostri abitudini tecnologiche

Ho appena terminato un piccolo corso molto interessate con Think With Google, sul Digital Wellbeing, un tema connesso con tutto ciò quello che riguarda lo smart working. Essendo un argomento un po lungo cercherò di suddividerlo in quattro lezioni, in percezione come viene presentato su Google.  In questa prima guida andremo a vedere la definizione stessa di Digital Wellbeing, perché è importante metterla in pratica, affinché possa migliore le nostre prestazioni lavorative ma anche i rapporti personali.

Digital Wellbeing: la tecnologia che migliora la vita 

La maggior parte delle persone trascorre molto tempo online, non riuscendo a percepire che la tecnologia deve migliore le nostre vite anziché distrarci. Come sappiamo la tecnologia si evolve velocemente interessando i modi di comportamento delle persone, con lo scopo di rimanere in contatto con gli altri. Lo smartphone è diventato il simbolo per eccellenza di questo nuovo modo vivere. Si calcola in media  che negli Usa un adulto trascorra 6 ore al giorno online e controlli il cellulare 50 volte, mentre i giovani 80 volte. Per fortuna ci sono utenti che iniziano a fare due semplici domande:

Aggiunge valore alla mia vita?

Ho speso del tempo bene online per apprendere nuove nozioni?
Se per te nessuna delle due domande la risposta positiva, allora dovresti migliore la qualità del tuo tempo online.
Digital Wellbeing: Cosa Significa Letteralmente  
Digital Wellbeing è la capacità di creare e mantenere una relazione sana con la tecnologia. In poche parole significa usare la tecnologia per raggiungere i nostri obbiettivi e non come distrazione dal nostro focus. 😀

Nessun commento:

Posta un commento