>

lunedì 16 marzo 2020

Scusate il Ritardo: la carezza di Vincenzo a Tonino è arte

Vincenzo accarezza un Tonino disperato
Massimo Troisi è stato un attore universale, oltre ad avere un innato dono recitando, allo stesso tempo riusciva a comunicare in maniera eccezionale grazie al linguaggio del suo corpo e gesti. In Scusate il Ritardo c'è una scena che rappresentata al meglio tutto questo: mi riferisco all'inizio quando Vincenzo (Massimo Troisi) cerca di consolare e ascoltare il suo amico (Tonino) appena lasciato dalla sua ragazza. Ci sono tre gesti di Troisi che mi hanno catturato, ma che ho notato solamente dopo differenti volte che ho riguardato questa scena 
  1. La prima è al 30 secondo: Vincenzo alza gli occhi al cielo dicendo a bassa voce 'mamma mia', perché stanco di sentire sempre il suo amico lamentarsi. Ma nonostante questo continua ad ascoltarlo cercando di farlo ragionare e reagire.
  2. Il gesto più eloquente e significativo è al 2 minuto 15: Vincenzo accarezza i capelli bagnati di Tonino. Un gesto di protezione e compassione che solo un vero amico potrebbe fare. Quella carezza che per mano di un genio diventa uno dei discorsi più belle fatti nella storia del cinema di casa nostra. Troisi era un maestro nella mimica.
  3. Siamo al 5 minuto e 55 secondi: I due protagonisti ancora sotto la pioggia si ritrovano seduti in una scala in mezzo alla strada. Alla vista delle foto di Tonino, Vincenzo rimane allibito e lo dimostra con un gesto inequivocabile mettendosi la mano in faccia, come se non volesse credere a quello che sta vedendo, redarguendo e chiedendo al suo amico il perché di quella foto destinata alla sua fidanzata. Tonino risponde perché se c'è ancora l'amore era giusto che ella lo vedesse in quello stato.

Nessun commento:

Posta un commento