giovedì 30 maggio 2019

I 6 rapimenti alieni negli Usa più terribili della storia

6 rapimenti alieni negli Usa più terribili della storia
Credo ai fantasmi e ho sempre creduto ai rapimenti alieni perché è davvero difficile pensare che siamo gli unici 'intelligenti' del nostro sistema solare. Come se non bastasse, i racconti di chi ha vissuto in prima persona questa esperienza sono simili tra loro e mai scontati. Le prime testimonianze sui rapimenti alieni ci arrivano direttamente dagli stessi egizi e popolazioni ancor più antiche attraverso dipinti raffiguranti strani oggetti volanti. Qualche millennio più tardi, esattamente nel Rinascimento sono emblematici alcuni dipinti con rappresentazioni controverse di Ufo, Santi e Madonne. Perciò potremo dire che da quando l'uomo è comparso sulla terra, gli ufo erano già presenti. Se poi i primi avvistamenti sono stati fatti alcuni millenni a.c, non riesco a capacitarmi di come possa essere avanzata la loro tecnologia. Ma una domanda alquanto controversa continua ad albergare nella mia mente: perché gli ufo non ci hanno reso loro schiavi? Qualsiasi sia la vostra credenza, vi racconterò comunque dei

7 rapimenti alieni negli Usa più terribili della storia

1) Rapimento alieno di Hilary Porter: All'età di 5 anni mentre giocava nel suo giardino, Hilary Porter vide dinanzi a lei un alieno rettiliano con pelle squamosa. L'alieno, di statura bassa aveva due piccoli fori neri al posto del naso ed una bocca minuscola. '' Mi afferrò per le braccia'' disse Hilary e la trascinò in una sorta di disco. All'interno c'era un ascensore le cui porte si chiusero dietro di loro scendendo verso il basso. Successivamente fu accompagnata in una stanza dove era presente una console con luci colorate e dove si trovavano piccole figure che si muovevano furtivamente.” Questa testimonianza è ritenuta attendibile da parte del Ministero della Difesa. Poi altri abduction-cases, come dicono gli americani. Uno a metà degli anni 70' mentre era alla guida della sua automobile. Da quel momento Betty iniziò a soffrire di forti emicranie e strani e ripetuti malesseri e cicatrici di origine sconosciute.
Hillary che ha lavorato come disegnatrice per il MoD, ha deciso di descrivere le sue esperienze anche attraverso la pittura ed alcuni disegni: in uno dei suoi quadri mostra il suo primo rapimento alieno: una piccola bambina trascinata da un alieno verso un’astronave atterrata poco lontano, mentre in un disegno del 1980 mostra un figura oscura in piedi dietro i vetri della finestra della sua camera, che osserva ciò che accade all’interno dell'abitazione.

2)) Rapimento alieno di Betty and Barney Hill: Siamo nel settembre del 1961 esattamente il 19 settembre: i coniugi Hill sono in macchina di ritorno dal Canada in direzione Portsmouth, nel New Hampshire. Arrivano a casa certo, ma hanno come la sensazione di aver viaggiato per un tempo eccessivamente troppo lungo (tre ore in più del previsto). Nei giorni successivi entrambi lamentano di uno strano malessere e delle leggere ustioni. In particolare, Betty inizierà a essere tormentata ogni notte da una serie di incubi. Questi sintomi e un vago ricordo di aver visto una sfera luminosa simile alla luna spingerà i coniugi a fare una serie di sedute di ipnosi regressiva dal dottor Benjamin Simon ... la verità che verrà a galla è sconvolgente! Quel 19 settembre Betty avrebbe  visto una strana luce lungo la U.S. Route 3, inizialmente crede a una stella cadente, ma quel suo movimento atipico e il progressivo ingrandimento del corpo luminoso, spinge i coniugi a sostare in una piazzola per osservare meglio quel fenomeno.
Attraverso il binocolo Barney e Betty, si rendono conto che quell'oggetto non è un aereo e neanche una stella cadente, rabbrividiti salgono in macchina e si rimettono in viaggio. Ma quella luce sembra essere molto interessata ai coniugi Hill, tanto da seguirli, fino a quando nelle vicinanze di Indian Head, questi si piazza un trentina di metri sopra la loro macchina avvolgendola con il suo bagliore. Barney altro non può fare che scendere armato e con il binocolo focalizza un oggetto volante non identificato. Da li inizia un inseguimento serrato che termina con il rapimento di Hill da parte degli alieni.. Durante alcune sedute successive, Betty disegnerà una mappa stellare che verrà poi identificata come il sistema di Zeta Reticuli. I più scettici indicheranno tra gli alieni descritti da Barney con quelli di un episodio di The Outer Limit: umanoidi che indossano lucide uniformi e berretti neri.

3) Rapimento alieno di  Travis Walton: Cinque novembre 1975, una data impossibile da dimenticare per Travis Walton. All'epoca Walton aveva 22 anni è come tutte le sere stava rientrando dopo una giornata di lavoro presso la United States Forest Service. Sono in sette lui e i suoi colleghi boscaioli dentro un furgone, all'improvviso si fermano perché tra i rami degli alberi vedono lampeggiare una luce insolita. Assomigliava a un bagliore giallastro: così mi sembrava “, ha ricordato uno dei suoi compagni, John Goulette, testimone oculare dei fatti. Walton, decide di uscire dal furgone. Walton, nonostante gli avvertimenti dei colleghi, scende e si dirige verso l'oggetto luminoso ed è in quell'istante che un raggio di luce lo colpisce. Clark continua scrivendo che Travis alzò un piede in aria, con le gambe e braccia distese, si tirò indietro per circa 10 metri, per tutto il tempo catturato nel bagliore della luce. La sua spalla destra toccò terra, e il suo corpo si distese mollemente sul terreno. Rogers era convinto che Walton fosse morto, preso dalla paura guidò velocemente per timore che il disco stesse inseguendo il furgone.
Dopo 400 metri decise di tornare indietro ma del disco e di Walton non vi era più nessuna traccia. Circa alle 19:30, Peterson decise di chiamare la polizia da Heber, vicino a Snowflake. Peterson inizialmente disse solo che uno dei suoi colleghi si era perso, raccontando la storia — tutti gli uomini erano sconvolti. Il vice sceriffo Ellison notificò al suo superiore la vicenda, che disse a Ellison di trattenere gli uomini. Tornati sul luogo della sparizione, lo sceriffo divenne sospetto sulla storia raccontata dal gruppo, principalmente a causa della mancanza di prove fisiche che provassero l'accaduto. Di Walton nessuna traccia, la polizia era abbastanza preoccupata poiché Travis indossava solo dei jeans, una giacca e una camicia e le notti in montagna possono essere molto fredde. Walton riapparirà il 10 novembre, cinque giorni dopo, visibilmente provato, in condizioni fisiche precarie e con una storia incredibile. Walton dirà che il raggio di luce lo ha trasportato a bordo di un velivolo alieno dove ha incontrato creature extraterrestri, ha lottato contro di loro e che poi lo hanno liberato trasportandolo all'interno della cabina telefonica dalla quale annuncerà di essere tornato.

4) ) Rapimento alieno di Antonio Villas-Boas:  L'agricoltore 23 enne Antônio Villas-Boa lavora nei campi intorno alla sua fattoria, quando si accorge che nel cielo compare una stella rossa. La stella si ingrandisce sempre di più fino ad atterrare sul campo. Antônio impaurito scappa a bordo del suo trattore, il mezzo si ferma come esaurito da una forza oscura. L'umo continua a piedi, ma è proprio in quel momento che viene bloccato da un umanoide, descritto con un casco e piccoli occhi blu e alto 130 cm. Al primo alieno se né uniscono altri due che trascinano Antônio Villas-Boas all'interno dell'astronave. Da questo momento siamo di fronte a qualcosa di incredibile: una volta a bordo l'uomo viene spogliato e ricoperto da una strana sostanza gelatinosa, esposto a gas che lo fanno ammalare. Confinato oltre una porta circolare con strani simboli che lui stesso sarà in grado di disegnare, ha un rapporto carnale con un'aliena particolarmente attraente. Terminato il suo compito gli vengono restituiti i vestiti e viene rilasciato. Alla stampa racconterà l'accaduto e iniziarono le indagini: A Villas-Boas fu riconosciuta l'influsso di un'anomala quantità di radiazioni ricevuta da una sorgente non definita. Inoltre fu disarmante la facilità di come descriveva gli eventi e i dettagli del rapimento.

5) Rapimento alieno di Betty Andreasson Luca: Siamo nel 1967 esattamente, il 25 gennaio - Betty Andreasson sta lavorando nella sua cucina quando intorno alle 18.30 le luci della casa iniziarono e lampeggiare, e una forte luce rossa - arancione filtra attraverso la finestra della cucina. Betty prova a tranquillizzare i suoi sette figli ma accade l'immaginabile: cinque strane figure (umanoidi) entrano nella casa, ed uno di loro inizia a comunicare telepaticamente con Betty liberando una delle sue figlie. La donna viene rapita è portata all'interno di un piccolo mezzo che dopo il decollo atterra all'interno di un'altra astronave molto più grande. Betty incontra altri alieni ma viene rilasciata dopo quattro ore, mentre il resto della famiglia è ancora bloccata dal potere dei visitatori. Gli alieni diranno alla donna che le sono state donate nel cervello delle nuove conoscenze, le quali le verranno rilevate al momento opportuno. Anche sotto ipnosi regressiva, Betty è riuscita a descrivere con angosciante precisione tutti i dettagli e gli alieni.

6) Rapimento alieno di Allagash: I gemelli Jim e Jack Weiner assieme agli amici Charlie Foltz e Chuck Rak si trovano ad Allagash, nel Maine in vacanza. Amanti delle escursioni in canoa decidono nelle prime ore di penombra di iniziare una battuta di pesca sul lago Eagle. Il buio si fa sempre più intenso e i ragazzi optano per accendere un falò prima di iniziare a pescare. Il primo ad avere delle strane sensazioni è Chuck, il ragazzo si sente spiato, perciò inizia a guardare intorno, ed è proprio in quell'istante che vede un globo luminoso volteggiar nel cielo: avverte gli amici. Charlie alza la sua torcia elettrica in direzione di quell'oggetto, la accende e la spegne come per inviare un alfabeto Morse, il disco sembra reagire a quei segnali! I quattro amici sono nel panico, cercano di fuggire e freneticamente raggiungono la riva del lago. Il fuoco stranamente è ridotto a un gruppo di tizzoni ardenti come se fossero passate almeno quattro ore. I ragazzi cercano di dimenticare l'accaduto, ma sono soggetti a frequenti emicranie e incubi. Nel 1989 i quattro vengono coinvolti a sedute di ipnosi regressiva, raccontando entrambi la stessa versione dei fatti: una forte luce gli aveva avvolti e rapiti all'interno di un disco volante. L'ipnosi rileverà che per i due gemelli questa non fu la prima esperienza: i primi episodi erano quando ancora bambini! Dei Predestinati non c'è che dire!

Nessun commento:

Posta un commento