lunedì 15 ottobre 2018

Racconti di Halloween: sei Reali storie horror da narrare la Notte delle Streghe

Racconti di Halloween


Tra meno 16 giorni, milioni di persone festeggeranno Halloween 2018. Quale migliore occasione, se non quella del 31 ottobre, per raccontare alcuni aneddoti e storie horror da far rabbrividire anche i più coraggiosi. Qualora siete a corto di idee, vi invitiamo a continuare a leggere il nostro articolo.

Sei storie spaventose da leggere a Halloween

  • Il numero della morte: All'inizio del 2000, in Bulgaria fu rilasciato un numero telefonico alquanto anomalo, lo 0888 - 888 -888. Tre dei loro possessori morirono in modo terribile: il primo utente si ammalò e morì di una forma rara di tumore, altri due sotto una pioggia di proiettili. Dopo questi fatti, il governo bulgaro decise di ritirarlo nel 2007.
  • L'uomo con due facce: Secondo alcune cronache di fine ottocento, un uomo di nome Edward Mordake possedeva un viso gemello situato nella zona della nuca. Il fratello di Edward non poteva mangiare o parlare, tuttavia riusciva a muovere gli occhi in modo naturale, a piangere e a ridere. In più di una circostanza, Edward supplicò i dottori di rimuovere il suo 'gemello cattivo', ma nessun dottore ebbe il coraggio di provare. Disperato da quell'ospite diabolico, Mordake morì suicida all'età di 23 anni.
  • Due gambe sono troppe: Fin da piccolo, Boyer desiderava avere una gamba sola. I medici lo convinsero a desistere ma, all'età di 68 anni, la sua insana passione divenne una vera ossessione: l'uomo prese una pistola facendo fuoco contro la gamba. Dopo 12 giorni di ospedale gli fu amputato l'arto, e Boyer visse il resto della sua esistenza felice con una gamba sola.
  • L'uomo verdeRaymond Robinson era denominato 'l'uomo verde'. Robinson rimase gravemente sfigurato a causa di una scarica elettrica, e il suo volto assunse un colore cadaverico simile al verdognolo. Umiliato e deriso usciva soltanto a notte fonda per non incontrare alcun passante.
  • Ospite nell'armadio: In Giappone, un uomo decise di installare delle telecamere nella propria abitazione per i continui furti di oggetti e cibo all'interno della casa. Il giorno successivo visionando i video della notte precedente, riuscì a scorgere la figura di donna intenta a rubare dei soldi e mangiare del cibo, per poi tornare nell'armadio. Dopo alcune ricerche, la polizia affermò che l'intrusa abitava in quel mobile da almeno un anno.
  • Morte apparente: Pensare di essere sepolti vivi è qualcosa di terrificante e sconvolgente. La sfortunata di turno è una donna russa di 61 anni dichiarata morta dai dottori per ben due volte. Dopo 72 ore di morte apparente, la malcapitata si risvegliò dal suo torpore, a pochi minuti dalla sua cremazione. Ancora più angosciante è la storia di un bambino brasiliano di 2 anni morto a causa di una polmonite. Il corpo del piccolo venne messo dentro una bara aperta, in modo che i familiari potessero vegliarlo fino alla messa funebre. Nel mezzo della notte, il fanciullo si mise seduto sulla bara chiedendo alla madre un bicchiere d'acqua. Nessuno ebbe il coraggio di muoversi, tuttavia, dopo qualche secondo, il bambino si ricoricò sulla cassa, questa volta però, per riprendere il suo sonno eterno.

Nessun commento:

Posta un commento