mercoledì 28 marzo 2018

Caro Fabrizio Frizzi



L'inaspettata scomparsa di Fabrizio Frizzi ha destato in me una forte commozione come per milioni di italiani. Neanche i grandi del passato quali suoi maestri, come lo stesso Corrado hanno lasciato così tanto velo di tristezza. La sua gentilezza, l'educazione e specialmente il suo sorriso trasparivano al di là di uno schermo; Fabrizio non portava alcuna maschera, se non quella della cordialità e il pregio di riuscire a far sentire a proprio agio chiunque fosse al suo fianco. Oltre all'artista, l'Italia perde un uomo perbene, una persona che non ho mai sentito fare polemica anche quando fu messo in disparte dalla televisione. Nonostante la malattia l'avesse messo a dura prova, lui continuava a sorridere sempre e comunque, già quel suo sorriso carico di magia che rappresentava il discorso più bello 'amare la vita'. Purtroppo lascia una moglie giovane e una bimba di appena 5 anni, che ha amato più della sua stessa vita. 

Si parla di oltre 10.000 mila persone che hanno voluto dare il loro ultimo saluto a Fabrizio Frizzi nella sala degli Arazzi della sede Rai di viale Mazzini. Un omaggio meritato perché Fabrizio - come ha detto Enrico Brignano ' Era la parte migliore di noi'. Nella sua carriera ultra trentennale Frizzi ha condotto più di 65 programmi tv tra strisce quotidiane e speciali prime time. Come abbiamo detto poc'anzi, rimarrà indelebile la sua risata improvvisa che contagiava ospiti e concorrenti. Nel 2000 ha donato il suo midollo osseo a Valeria, malata di leucemia. Signori si nasce non si diventa. Buon viaggio FF.

Quando ti innamori è come una nevicata, non la puoi fermare". (Fabrizio Frizzi)

Nessun commento:

Posta un commento