lunedì 29 gennaio 2018

Internet, 46 curiosità che pochi conoscono sulla rete

Come tutte le cose anche Internet è sempre in evoluzione: il progenitore della rete è considerato ARPANET: nato negli anni 60 è finanziato dal ministero della difesa statunitense. In pochi anni ARPANET sbarcò oltre oceano, grazie  all'avvento dei primi servizi a pagamento Telenet della BBN. In Francia, si inizia con la costruzione della rete CYCLADES. In Norvegia la NORSAR permette il collegamento di ARPANET con l'Univerity College of London. La nuova tecnologia si espanse sempre più rapidamente, tanto che la regina Elisabetta nel 1976 spedì un'email alla sede del Royal Signals and Radar Establishment. Tre anni dopo, l'introduzione delle emoticon nelle mail per indicare il proprio stato d'animo. Da quel momento tutto era pronto per il passaggio cruciale a Internet. Il nostro paese fu il terzo paese europeo dopo Norvegia e Inghilterra a connettersi alla rete: il primo collegamento italiano avvenne alle 18 circa del 30 aprile 1986 presso l'Università di Pisa. Oggi giorno è quasi impossibile non essere connessi alla rete, grazie sopratutto ai device di ultima generazione che dispongono di una connessione. Eppure siete sicuri di conoscere proprio tutto quel che riguarda Internet?

QUARANTASEI CURIOSITA' SU INTERNET

1) In Cina è lecito curare i tossicodipendenti su Internet;

2) Il 37% del web è invaso da siti per adulti;

3) Ogni giorno vengono hackerati 30.000 siti;

4) Sul Monte Everest esiste una connessione ad alta velocità;

5) La maggior parte del traffico Internet non è generata dagli esseri umani, ma da bot come Google e Malware;

6) Quando il Montenegro divenne indipendente dalla Jugoslavia, il suo nome di dominio Internet passò da .yu a .me.

7) Un giornalista statunitense rischia fino a 105 anni di carcere per aver pubblicato un link sul web;

8) Il 15% di adulti americani non si è mai connesso a Internet;

9) Un americano su dieci è convinto che il linguaggio html sia una malattia trasmessa sessualmente;

10) La prima webcam è stata creata a Cambridge per controllare lo stato di una caffettiera;

11) Ogni giorno vengono registrati oltre 100.000 domini;

12) Nove milioni di adulti in Inghilterra non hanno mai usato Internet;

13) Gli psicologi hanno esaminato i troll di Internet e hanno scoperto che sono "narcisisti, psicopatici e sadici";

14) Il 50% degli utenti su Internet chiude il caricamento di un video dopo 10 secondi;

15) Le Filippine hanno la più bassa velocità di Internet nell'intera regione del sud-est asiatico, con una velocità media di 3,54 Mbps;

16) Gli internauti inviano su Internet 204 milioni di e-mail al minuto;

17) La Cina ha più utenti di Internet su dispositivi mobili che su PC;

18) Il 70% delle e-mail che arrivano sono spam;

19) Un terzo degli italiani non ha mai usato Internet;

20) La "Fi" in "WiFi" non significa nulla. I creatori l'hanno chiamato così semplicemente perché faceva rima con "HiFi";

21) Nel 1993 sulla rete c'erano solamente 623 siti;

22) Il 6% della popolazione mondiale non dispone di una connessione in casa;

23) Solo una volta all'anno il 37,9% delle persone nel mondo può connettersi alla rete;

24) Nel 2010, la Finlandia è diventata il primo paese al mondo a rendere l'accesso a Internet un diritto legale;

25) La prima cosa mai acquistata e venduta su Internet è stata una borsa di marijuana, era il 1971;

26) L'attuale biblioteca di Alessandria ha una copia di tutte le pagine Web di ogni sito Web su Internet sin dal suo inizio nel 1996;

27) Se Internet fosse stato inaccessibile per un giorno intero: 196 miliardi di email e 3 miliardi di ricerche su Google avrebbero dovuto aspettare;

28) L'India ha più persone che usano Internet rispetto all'intera popolazione degli Stati Uniti;

29) Le carte d'identità estoni hanno un chip con una coppia di chiavi pubblica-privata utilizzata per firmare documenti e votare nelle elezioni via internet. Per le loro elezioni del 2011, il 24% dei voti è stato pubblicato online;

30) Con 91 gigabit al secondo la connessione Internet della NASA è 13.000 volte più veloce rispetto a una connessione di un utente privato degli Stati Uniti.

31) L'uomo che ha inventato le pubblicità pop-up si è scusato con il mondo per aver creato una delle forme di pubblicità più odiate di Internet;

32) Secondo uno studio le persone che trascorrono molto tempo su Internet hanno maggiori probabilità di essere più depresse e mentalmente instabili;

33) Disconnettere le persone da Internet è una violazione dei diritti umani secondo le Nazioni Unite;

34) I motori di ricerca possono accedere solo allo 0,03% di Internet, il resto è noto come il "deep web";

35) Nel 2016, la Corea del Nord ha trapelato casualmente i suoi dati DNS, mostrando che hanno solo 28 domini ".kp". In confronto, ci sono 10 milioni di domini ".uk";

36) L'Estonia è diventata la prima nazione a tenere elezioni giuridiche vincolanti su Internet nel 2005;

37) In caso di un evento catastrofico Sette persone hanno le chiavi ed il  potere per riavviare il World Wide Web;

38) Il famoso selfie all'Oscar di Ellen DeGeneres è stato ritwittato 3,3 milioni di volte;

39) L'enciclopedia online dedicata a Lego si chiama 'Brickipedia';

40) Amazon.com ha venduto il suo primo libro nel luglio 1995: "Concetti fluidi e analogie creative'';

41) I siti porno attraggono più visitatori ogni mese di Amazon, Netflix e Twitter messi insieme;

42) Nel 1997, Papa Giovanni Paolo II decise che Sant'Isidoro di Siviglia sarebbe stato il santo patrono di Internet e dei riparatori di computer;

43) Earl Wild, la prima persona a suonare il pianoforte sulla televisione americana è stata anche la prima a trasmettere una performance su Internet 58 anni dopo;

44) Nel 1973, l'intero Internet consisteva di soli 42 computer connessi;

45) Uno studio ha rilevato che oltre i tre quarti dei lavoratori degli Stati Uniti utilizzano i social media al lavoro, indipendentemente dalle regole messe in atto dai loro datori di lavoro;

46) Nel 2018 lo stato del Montana è diventato il primo paese a rendere obbligatoria la neutralità della rete


Nessun commento:

Posta un commento