martedì 10 gennaio 2017

Lasciami andare



Hai mai sentito il bisogno di dire a una persona lasciami andare. Una necessità primordiale di scoprire luoghi e gente nuova, di scoprire te stesso e nessun'altro al mondo. Magari è il cuore che ti chiede di lasciarlo andare, ma la paura e la fobia dei giudizi altrui non ti fanno spiccare il volo.

Lasciare che il mondo continui a girare ai tuoi piedi e l'aria che respiri non è più così pesante come l'odio e l'ignoranza che continua a contagiare sempre più persone. Viaggiare per luoghi incantati e boschi dove l'unico tuo amico sarà un albero millenario, scrigno del saper dell'umanità. Poi ti fermerai a contemplare un lago come in questa foto, rimarrai in silenzio travolto da una nuova malinconia, non penserai quasi più a niente, tranne di smettere di piangere: si perché le lacrime cadranno senza il tuo volere, già da tempo aspettavano di bagnare i tuoi occhi. Sentirai in lontananza l'eco dei tempi passati di quando eri adolescente e nessuno ti capiva, di quando eri il pagliaccio di turno è con estrema naturalezza regalavi una risata ai tuoi amici. Ricorderai come il tempo è passato senza rendertene conto, ora, invece, devi contare solo tu te stesso.


Sentirai una voce che ti dice 'lasciami andare', ma una parte di te cercherà di tenerti ancorato alla tua terra natia. Sarai il suono dei tuoi silenzi che continuano a urlare dentro di te. Ma ora dinanzi a questo lago non vuoi nient'altro che essere accarezzato da una lontana quiete. Tutto ti sembra calmo e sereno, eppure l'emozione è talmente immensa che nuovamente le lacrime bagneranno il tuo viso. Scruti l'orizzonte è un tutt'uno di sensazioni, sei consapevole di essere fortunato, non potrebbe essere altrimenti al cospetto di simile splendore chiamato natura.

Gianluca Scintu


Nessun commento:

Posta un commento