mercoledì 21 dicembre 2016

La vera storia delle cartoline di Natale


La tradizione di inviare le cartoline di Natale ha origine nel Regno Unito per volere di Sir Henry Cole nel 1843, un uomo d'affari che lavorava per le poste inglesi. Cole commissionò presso un suo amico pittore 1000 cartoline a tema natalizio da regalare ai suoi amici. Horsley, (il pittore) disegnò così una famiglia composta da persone di varie età con in mano un bicchiere di punch. In risalto la scritta a lettere maiuscole 'A Merry Christmas and a Happy New Year to You'. Le cartoline misuravano 8,5 x 15,5 e vennero stampate a litografia e colorate da un pittore professionista.

La diffusione della cartolina natalizia negli Usa

Nel XIX° secolo con l'avvento dell'era industriale, si iniziarono a produrre grandi quantità di cartoline natalizie sempre più economiche. Da quel momento, i temi principali che rappresentavano le cartoline di Natale era il pettirosso e il Christmas pudding. Sette anni più tardi, nel 1850, l'usanza fu introdotta anche negli Usa: in questo caso le cartoline d'auguri venivano riprodotte in bianco e nero raffiguranti vari soggetti natalizi quali Babbo Natale. Nel 1875, la richiesta arrivò a ben 5 milioni di Christmas card!

Fino ai giorni nostri

Fino alla Prima Guerra Mondiale, la Germania era il paese leader di produzione di cartoline di Natale e altri articoli correlati. Dopo il 1915, la leadership passò nelle mani di una multinazionale in Kansas City: tutt'ora produce 14.000 cartoline d'auguri differenti e ne stampa quotidianamente 11 milioni in 20 lingue diverse. Purtroppo con l'avvento di Internet sempre più utenti preferiscono l'invio della cartolina elettronica o mandare gli auguri tramite device. Ciò potrebbe comportare in un futuro non lontano il ritiro dal commercio delle cartoline di Natale.

Nessun commento:

Posta un commento