lunedì 10 ottobre 2016

La cremazione è immorale?

Secondo voi cremare un defunto è un atto immorale? Alcuni sono convinti che la cremazione disonori la salma e la persona stessa. La chiesa stessa la riconduce a una pratica pagana, quindi lontana dalla parola di Dio. Nei tempi biblici era costumanza che i defunti venissero sepolti: l'esempio più famoso è quello di Gesù o di Lazzaro, resuscitato dallo stesso nazareno, ma ancor prima nei tempi dell'Antico Testamento, Abramo seppellì sua moglie Sara in una caverna.


La cremazione è un peccato mortale?

Nell'età medioevale vigeva la tradizione che la cremazione veniva imposta a coloro che nella vita terrena avevano trascorso un'esistenza lontana dalle leggi di Dio, ma forse la chiesa dimentica che lei stessa bruciò migliaia di persone vive. Nel 1300, il Papa fu costretto ad accettare la cremazione per un unico motivo, per paura di essere contagiato di peste bubbonica. La cremazione è sempre stata una pratica molto diffusa in Asia; in Europa solo a partire dal 19° secolo divenne legale, ma più che altro per ragioni igenico - sanitarie. La chiesa è sempre stata contraria, per loro poteva alimentare delle campagne anticristiane che ricordavano i  corpi dei martiri bruciati dai pagani.

Ai giorni d'oggi, la santa sede ha affermato che l'incenerimento è una modalità di sepoltura rispettosa del cadavere, allo stesso modo dell'inumazione. Il fuoco ha il potere di distruggere in poche ore un corpo umano, ciò che il corso naturale impiega in molto più tempo a compiere. Se esiste un'anima non credo, che il fuoco possa bruciare lo stesso spirito. Ad ogni modo, la religione cattolica ci esorta a lasciar perdere questa pratica perché troppo simile a una religiosità new wave, che crede a una fusione cosmica e impersonale, lontana dal credo cristiano. Cospargere le ceneri dei nostri cari al vento, nel mare o in un bosco è sbagliato, perché ci allontana da Dio. La chiesa raccomanda la sepoltura con tutti i suoi crismi: la tomba del defunto deve essere corredata dal nome e cognome, foto dell'estinto e al suo interno devono esserci le spoglie mortali, perché il legame affettivo con i nostri cari deve rimanere saldo come quando era in vita. Affidare la salma alla terra ha un valore simbolico e morale. Dal rovescio della medaglia è un processo lugubre: un corpo inerme divorato dai vermi. Ma i dati parlano chiaro, sempre più persone decidono nella cremazione dei propri cari, forse anche per questioni economiche. Non per altro, molti comuni hanno difficoltà oggettive nel reperire nuovi terreni per uso a campo santo. Sinceramente trovo alquanto triste vedere dei loculi alti come una sorta di palazzo, preferisco la cremazione a questa triste moda. Voi cosa né pensate? 




7 commenti:

  1. Qui da me sono sempre più le persone che si fanno cremare, anche mia mamma e mio marito preferiscono la cremazione... io ancora non so, però non lo trovo immorale ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sta prendendo piega sempre più anche in Italia

      Elimina
  2. niente cremazione x mè.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche altri la pensano come te, una volontà da rispettare!

      Elimina
  3. niente cremazione x mè....

    RispondiElimina
  4. Più onorevole essere divorati dai vermi? Mah...

    RispondiElimina