mercoledì 23 marzo 2016

Pasqua Ortodossa: 5 cose da sapere



A pochi giorni dalla Pasqua vediamo cinque cose da conoscere sulle tradizioni pasquali Ortodosse. Qualche tempo fa, Papa Francesco indicò la possibilità di voler dare una data fissa alla Pasqua cristiana e quella Ortodossa, poiché come sappiamo, anche nel calendario ortodosso la celebrazione della Pasqua è una festività mobile, nonché il periodo più importante dal punto di vista liturgico. 

 A differenza dei cristiani, il loro mercoledì delle ceneri viene chiamato 'Clean Monda', la Quaresima inizia proprio di lunedì, successivamente verranno celebrate i riti della Domenica delle Palme, quelli della Settimana Santa e della Domenica di Pasqua o Pascha. La vigilia di Pasqua è un momento importante per i fedeli ortodossi che si riuniscono in veglia di preghiera per tutta la notte. Poi la mattina, vi è la celebrazione alla comunione che apre ufficialmente all'anno liturgico Ortodosso.

5 cose da sapere sulla Pasqua Ortodossa

1 - Quest'anno la Pasqua Ortodossa si celebra domenica 1 maggio, poiché come quella cristiana è una festività mobile.

2 -  I fedeli ortodossi da Pasqua in poi si salutano con la frase: "Cristo è risorto!" La risposta è: "In verità, Egli è risorto!"

3 -  Inno Ortodosso -  'Christos Anesti' (in greco) è il canto di un tradizionale inno pasquale ortodosso cantato durante le celebrazioni di Pasqua.

4 - Uova di Pasqua rosse - Nella tradizione ortodossa, le uova simboleggiano l'avvento di nuova vita. Gli ortodossi a Pasqua tingono le uova di rosso per rappresentare il sangue di Gesù che è stato versato sulla croce per la redenzione di tutti gli uomini.

5 -  Cibo pasquale grego ortodosso - Il piatto tradizionale greco per Pasqua presenta il buonissimo Tsoureki Paschalino, una sorta di pane dolce lievitato e aromatizzato con arancia e spezie chiamate Mahlab.

2 commenti:

  1. Devo cercare la ricetta del pane dolce, mi piacerebbe provarlo! :-)

    RispondiElimina