giovedì 7 gennaio 2016

Dopo l'Epifania Babbo Natale era già morto



Dopo l'Epifania il Natale sembra essere un ricordo ormai lontano. Quest'anno tutto è andato ancor più velocemente rispetto agli altri anni. Ho notato che ultimamente la figura della Befana sta tornando prepotentemente di moda rispetto a quella di Babbo Natale. Sarà forse per la Befana ha le sue radici pagane e poco di cristiano?



Ad ogni modo, le stesse vendite hanno dato ragione alla Befana: come scritto dallo stesso sito Adnkronos, nell'Epifania 2016, un italiano su tre ha regalato ai figli e nipoti una calza ricca di dolci. A prescindere dal lato prettamente consumistico ho avuto la sensazione che quest'anno il povero Babbo Natale è stato abbastanza bistrattato, forse perché parente lontano delle tradizioni dei cristiani; come abbiamo avuto modo di vedere nel 2015 il Natale è apparso come qualcosa di astratto per presidi ben pensanti e laici amici di altre culture, o meglio una festività da cancellare perché troppo di parte. Magari per le prossime festività natalizie gli stessi privati cittadini non dovranno più fare il presepe perché qualche vicino di casa dal cognome non propriamente Rossi o Bianchi si potrebbe sentire offeso, ma dal rovescio della medaglia, la questione secondo me è più una cosa odio viscerale interno che di credo religioso, poiché ultimamente la religione cristiana non è vista di buon occhio dopo i recenti scandali e perversioni di certi preti: fatti troppo evidenti e allucinanti per non essere contestati.



Ma ebbene ricordare che la gran parte degli italiani che amano il Natale hanno ben poco con cui spartire con sacerdoti corrotti e politici sinistroidi con la pancia piena. Ad ogni modo, anch'io negli ultimi anni mi sento sentito più legato alla vecchietta che vola su una scopa che al ricco Babbo Natale. Ma c'è da dire che nessuna giornata come la Vigilia di Natale potrà mai essere sostituita con un altro giorno, nell'aria si sente trasparire un'atmosfera che sa di magico, quasi riesce a toccarti per mano; la notte stessa del 24 dicembre è differente da tutte le altre, per questo spero che a Natale 2016 Santa Claus possa avere di nuovo il suo ruolo da protagonista e non sentirsi in colpa perché veste di rosso.

Nessun commento:

Posta un commento