lunedì 14 dicembre 2015

10 incidenti domestici che nel 19° secolo portavano a morte certa

La casa è il luogo più sicuro al mondo; un detto non propriamente azzeccato per le persone che vivevano nel 19° secolo dove si registravano frequenti incidenti domestici e in tanti ci lasciavano le penne. In epoca vittoriana, la gente moriva per avvelenamento da gas prodotti dai loro primordiali frigoriferi e altre sfortunate circostanze all'interno delle loro abitazioni. Di seguito, ecco una lista dei 10 incidenti domestici  che nel 19° secolo portavano a morte certa

1- Scale -  Avete presente quelle scale in legno che scricchiolano, nel 19° secolo le scale all'interno delle abitazioni erano quasi tutte fatte allo stesso modo. Scalinate costruite presso le case della gente comune  con materiale di scarto e legno marcio. L'impianto era quasi sempre molto stretto e ripido, con gradini irregolari. Salire con delle brocche d'acqua o altri oggetti pesanti portava a frequenti cadute rovinose e mortali.


2 - Frigorifero  - Da metà del XIX secolo un americano brevettò la macchina del frigorifero, poi perfezionata da un tedesco di nome Windhausen e altri ingegneri. Purtroppo, chi poteva permettersi un frigorifero non aveva messo in conto del gas che il macchinario rilasciava perennemente. Gas tossici come l'ammoniaca, cloruro di metile, e biossido di zolfo. L'inalazione di queste sostanze portava a respirare inconsciamente dei veleni con conseguenze irreparabili e una morte precoce.



3 - Carta da parati -  Verso il 19° secolo la borghesia europea ordinava dalla Cina la carta da parati, quella più utilizzata era la verde di Scheele. Il vivido colore verde era realizzato con arseniato di rame, un prodotto abbastanza velenoso. Si stima che le case inglesi vittoriane avevano 100 miglia quadrate di questo potente veleno.

4 -  Latte - In epoca vittoriana, il latte non sempre faceva bene all'organismo. Molta gente inconsciamente aggiungeva nella bevanda dell'acido borico per addolcirne il sapore aspro o perché già presente in cucina da alcuni giorni. In molti casi le persone venivano colpite da dissenteria e vomiti. Altre volte, il veleno provocava la Tubercolosi bovina danneggiando gli organi interni e la colonna vertebrale. Circa 500.000 bambini sono morti a causa dell'acido borico in epoca vittoriana.

5 - Calore e luce  - Nel tardo vittoriano le case hanno iniziato ad avere l'illuminazione a gas e riscaldamento centralizzato. All'inizio invece non erano stati ancora progettati i rubinetti e valvole di rilascio. Per questo era frequente udire stufe esplodere e persone che morivano soffocate nel sonno.






6 -  Prodotti di bellezza -  L'arsenico era un ingrediente popolare nei prodotti di bellezza per le donne durante l'epoca vittoriana. La gente era convinta che l'arsenico regalava alla pelle un colore sano. Le signore lo usavano non solo per lavare il viso, ma anche per truccarsi. Addirittura veniva utilizzato come integratore e vitamina. Oggi l'arsenico si trova  nei pesticidi e veleno per topi.





7 - Elettricità - È risaputo che non bisogna mai mettere il dito in una presa elettrica, purtroppo quando la corrente elettrica fu introdotta a fine del 19°secolo a molti non era ancora chiaro questo concetto basilare. Anzi in giro per le case c'erano fili scoperti e ogni cosa che invitava le persone a rimanere fulminate.

8  - Biberon - Nel 19° secolo, il biberon non era sicuro, ma sopratutto poco igenico, in quanto nel lungo tubo di gomma si depositavano dei batteri che potevano essere presi dal bambino assieme al latte. 

9 -  Toilette - I gabinetti sono stati introdotti alla fine del 18 ° secolo, ma solo un secolo più tardi sono stati installati in quasi tutte le case.  Era noto come questi esplodevano di volta in volta. La causa era dovuta alle rudimentali tubature, che implementavano gas infiammabili, come il metano e idrogeno solforato. Purtroppo il metano e idrogeno arrivavano a contatto delle stufe a gas provocando incendi e persone morte carbonizzate.

10 -  Corsetti da donna  -  Essere belle e affascinati non sempre in età vittoriana era sinonimo di stare bene con il proprio corpo. Uno dei capi tipici dell'epoca per l'universo femminile erano i corsetti, vere trappole in grado di rompere le ossa della cassa toracica, ma anche ingrossare il fegato, e restringere i polmoni. Alcune donne indossavano i corsetti durante la gravidanza.

Nessun commento:

Posta un commento