domenica 28 giugno 2015

Fari Bretagna: la luce che illumina l'Oceano





I fari in Bretagna sono un'essenza, simbolo di una cultura dominata dalla vita marittima. Da oltre due secoli la luce del faro illumina l'Oceano e il litorale della Francia. Queste fortezze di granito sono state collocate come una ghirlanda e hanno aiutato le navi nel corso dei secoli a stare lontano dai pericoli delle coste selvagge bretoni. È la stessa natura che ti chiama a vivere in questi luoghi, non sei tu a decidere. Ogni volta che ho visto un fare è stato impossibile non amarlo dal primo momento.

Il percorso dei Fari in Bretagna

I primi fari furono costruiti tra il XVII - XVIII secolo, ma ci vollero altri 100 anni che si diffondesse il mito della torre che domina il mare. Il faro più antico della Bretagna è quello di Stiff (isola Ouessant), la cui costruzione risale al 1685. Ciò che rende unica questa parte di Bretagna è proprio il percorso dei fari iniziando da quello di Aber Wrac'h, situato nell'isolotto della Verge. Nei giorni di bassa marea è possibile arrivarci a piedi. Tra l'altro è l'ultimo faro ad avere un guardiano. Una visione romantica: l'uomo di fronte alla battaglia del mare tra scogli e onde impetuose. Poi quelli da Brignognan a Ouessant, che grazie alla loro luce illuminano le navi che attraversano la Manica a fronte del pericoloso rail d'Ouessant. Nella regione della Bretagna si contano ben 80 fari.

Il faro più alto e quello con il panorama mozzafiato 

Con 82,50 metri il faro dell'île Vierge è il più alto. In cima la vista è spettacolare: ma ci sono 397 scalini da fare. Il faro di Trezien dista 500 metri dalla spiaggia, la visione è a dir poco paradisiaca. Per chi non ha la fortuna di vedere di persona i fari della Bretagna, c'è sempre il sito ufficiale di bretagna-vacanze.

1 commento:

  1. La Bretagna è strepitosa, quando ci sono stata non sapevo dell'esistenza di una strada dei fari, io ne ho visti un paio e davanti a uno stavano girando lo spot di una macchina, una volkswagen :-)

    RispondiElimina