martedì 10 marzo 2015

Sardex, la nuova moneta della Sardegna che mette in moto l'economia

Siete euroscettici? In Sardegna esiste una moneta complementare denominata  Sardex. Nata nel 2009, in soli 4 anni è riuscita a mettere di nuovo in moto un pezzo dell'economia sarda. Si calcola che con la nuova valuta locale: c'è stato un incremento di fatturato da parte delle aziende del 20%. Quello di Sardex è un progetto ambizioso ma non impossibile, è un nuovo modo di cooperazione tra le varie imprese locali.

Oltre 2500 imprenditori hanno detti si al Sardex

Il Sardex è una moneta complementare, la risposta alla gravosa valuta ufficiale. Sardex mette a disposizione a tutte le aziende un circuito digitale che permette a loro di finanziarsi e sostenersi a vicenda senza alcun interesse. Oltre a portare dei benefici agli stessi imprenditori, questi ultimi sono stati convinti di pagare gran parte degli stipendi e anticipo TFR con questa nuova moneta. Quindi il lavoratore che appartiene a una delle società che adottato la nuova moneta complementare potrà chiedere un prestito all'azienda, assicurando di restituire il credito rateizzato senza alcun interesse.  Per esempio per ristrutturare una casa sono necessari 10 mila Sardex. L'esperimento digitale ha avuto un successo tale, che molto imprenditori di tutta Italia hanno deciso di importarlo in altre regioni. Riproponendolo con altri nomi.

Vivere senza euro

Insomma in Sardegna è quasi possibile vivere senza euro, grazie alla moneta complementare Sardex, a parte le spese ordinarie. L'obbiettivo degli amministratori è quello di raddoppiare le entrate rispetto al 2014. Un successo che va controtendenza rispetto alla crisi economica, specialmente nei paesi del Mediterraneo. Sardex come altre monete virtuali è la risposta positiva contro le banche sempre meno propense a erogare un prestito. Grazie a questa iniziativa qualcosa inizia a muoversi nell'economia locale, sperando che l'informazione possa arrivare agli stessi sardi che fino a oggi non sapevano neanche dell'esistenza di Sardex.

2 commenti:

  1. bè un saluto a tutti vidi ora jà de faghere calchi cossa pro sa Saldinia nostra, deassìe amul calchi isperancia de pussu prò nòisi in domo nostra!! ajò tottu umparese devimusu fare calchi cossa. e assolutamente forza sardinia

    RispondiElimina