giovedì 26 febbraio 2015

Lingue parlate, ogni due settimane se ne estingue una. L'italiano quando?

Ogni due settimane una lingue parlata si estingue più velocemente delle stesse specie di animali in via di estinzione. Il linguista e filosofo Dr. John McWhorter ha calcolato che il 90 per cento delle 6.000 lingue che ancora si parlano nel mondo probabilmente svaniranno in soli 100 anni. Come mai questo fenomeno eppure nella terra ci sono 7 miliardi di persone.

Ogni due settimane un'idioma e identità di un popolo sparisce senza riuscire a recuperare il proprio immenso bagaglio culturale. Nel 2116 si parleranno non più di 600 lingue, speriamo che in questa nicchia sia compreso anche l'italiano, perché già i cognomi come Rossi nella stessa Milano sono stati superati da quelli cinesi. Questa stima non si dissocia da un articolo del 1992 “The World’s Languages in Crisis.” dove già si parlava di una drastica selezione naturale delle lingue nei prossimi 120 anni. Purtroppo alcune lingue ne stanno uccidendo altre grazie a un'immigrazione incessante degli ultimi 30 anni - non è un discorso contro l'integrazione, ma solo quello di preservare la propria identità e modo di essere. Il 78% della popolazione mondiale parla le 85 lingue più conosciute la mondo, il restante 12 % la metà circa 3500, quindi non è difficile pensare che questa minoranza porterà nella tomba anche il proprio idioma.

Max Weinreich studioso del dialetto o meglio lingua Yiddish un'idioma parlato in molte comunità ha detto che alcune lingue sono come gli eserciti in battaglia destinati a scomparire. L'Yiddish è destinto a estinguersi perché non è stata inserita nel ramo commerciale e non insegnata nelle scuole. Temo che lo stesso discorso potrebbe capitare per il Gaelico sempre più snobbato dai giovani irlandesi.

Ogni volta che una lingua parlata scompare, l'uomo perde le sue vere radici. La crescita economica è di gran lunga la principale fonte di un'idioma che muore -  Imprenditori e clienti hanno bisogno di comunicare tra di loro. Ecco perché sono n grado di mettere in relazione tra di loro pochi linguaggi, il solito: inglese, ora cinese e spagnolo ( l'italiano proprio non lo calcola quasi nessuno). Le cifre non lasciano dubbi 845 milioni di persone nel mondo parlano il cinese ufficiale. A Vancouver il cinese mandarino è riconosciuta come lingua regionale! Mentre in Australia nella Goulburn Islands: 400 persone parlano 10 lingue diverse che nel giro di 20 anni spariranno tutte vista l'età avanzata degli abitanti. Pensate nella stessa Russia quante lingue ci sono: nella regione di Tuva ( Siberia) il tuvano che piano piano sta scomparendo perché assorbita dal russo e perché i tuvani per necessità di scambi hanno iniziato a parlare l'inglese! In definitiva il linguaggio di un popolo è un modo per misurare la vita delle persone che lo parlano.

Nessun commento:

Posta un commento