lunedì 8 settembre 2014

5 teorie su chi non scrisse la Bibbia

Di solito i cristiani non sanno quasi niente di come è nata la Bibbia, chi è stato il vero scrittore e se esiste prima della nascita di Gesù, oppure è opera magari di un gruppo di frati al concilio di Nicea, sede dove fu stabilità quando doveva cadere la Pasqua cristiana. Perciò è chiaro che il libro sacro è opera dell'uomo non del sopranaturale. Tramite qualche ricerca vediamo: 5 teorie su chi non scrisse  la Bibbia

1 -  Mosè non scrisse il Pantateuco -  Da sempre ebrei e cristiani hanno creduto che Mosè  scrisse i primi cinque libri della Bibbia. Nel medioevo alcuni rabbini fecero notare che Mosè non avrebbe potuto scrivere il Deuteronomio specialmente nel verso 34: 5-10, che parla della sua morte. Ancora, i libri contengono anacronismi tipo: la Genesi 36, per esempio, elenca i re Edomiti che vissero molto tempo dopo la morte di Mosè. Probabilmente il profeta scrisse il nucleo centrale del Pentateuco, concluso da altri scrittori come l'editore Ezra.

2 - Ipotesi documentale - Nel 19 ° secolo, gli studiosi hanno cominciato a scoprire ulteriori incongruenze e anomalie nella Bibbia, comportando ancora più complessa la sua storia compositiva. Nel 1886 il tedesco Julius Wellhausen, storico studioso della Bibbia presentò la formulazione definitiva dell'ipotesi documentale, che dichiarava: il Pentateuco fu composto da 4 documenti indipendenti dopo la morte di Mosè. Questa teoria spiega alcune storie sovrapposte o ripetitive: come i due racconti della Creazione e del diluvio, Genesi 7:17 che lo descrive di 40 giorni , mentre su Genesi 8: 3  di 150 giorni.

3 - Deuteronomio:  Una teoria afferma che il libro è stato prodotto durante il tempo del re Giosia nel VII secolo nell'intento di promulgare nuove leggi a favore del sacerdozio e nella creazione di una religione più esclusiva.

4 -I vangeli non sono testimonianze oculari: I quattro vangeli canonici del Nuovo Testamento sono anonimi. I nomi di Matteo, Marco, Luca e Giovanni non venivano riportati nei vangeli fino al secondo secolo. Alcuni studiosi hanno teorizzato che i Vangeli sono stati scritti come Midrash, una tecnica interpretativa ebraica, che rielabora antiche narrazioni della Scrittura in nuove forme, un "rifacimento".

5 - Vangelo di Marco: La maggior parte degli studiosi del Nuovo Testamento sono d'accordo sul fatto che il Vangelo di Marco è stato scritto prima di tutti e quattro i Vangeli. È breve, scritto in greco non colto, e contiene errori tra cui quelli geografici. Proprio altri due evangelisti: Luca e Mattero avrebbero preso spunto dal Vangelo di Marco, copiandone alcuni punti.




Nessun commento:

Posta un commento