giovedì 21 agosto 2014

Turismo ecosostenibile: Umbria green card e le auto elettriche

Prima o poi sarà inevitabile doversi affrancare da fonti energetiche quali il petrolio. Sebbene le riserve petrolifere siano ancora sufficienti a soddisfare il fabbisogno dell'umanità per i prossimi anni, è indubbio che ci sia bisogno di un'inversione di tendenza. Necessità dettata anche da un'indispensabile salvaguardia dell'ambiente. Le nostre città sono sempre più invivibili anche a causa dell'alto tasso d'inquinamento cui grande contributo danno le automobili.

Per ovviare a questi problemi, è possibile ricorrere alle auto elettriche. Le auto ecologiche stanno conquistando sempre più automobilisti. Da questo punto di vista i dati di mercato sono più che confortanti. Per esempio, Autoscout24, sito leader nella vendita di auto usate anche nei più grandi capoluoghi
come Milano, Roma, Torino e in tutti gli altri comuni italiani, ha registrato dati entusiasmanti dando prova che è soprattutto il mercato della vendita auto online, quello cui più si rivolgono i clienti interessati ad acquistare vetture elettriche. Umbria Green card è un interessante programma ecosostenibile.

L'idea alla base del progetto è di sviluppare nella regione più verde d'Italia, ossia l'Umbria, una forma di turismo nel pieno rispetto della natura. In tal modo, i visitatori potranno conoscere a fondo l'intero territorio vivendo in piena sintonia con esso e in particolare con la natura. Tutto ciò è possibile grazie a una card dedicata che consente al turista di usufruire di vari servizi e sconti. Con l'
Umbria Green Card è possibile noleggiare la Twizy Renault (trattasi di un pratico e innovativo veicolo omologato per due persone) oppure, la Renault Zoe, auto berlina. Ovviamente, in entrambi i casi parliamo di auto elettriche.

Saliti a bordo di una di queste due vetture, sarà possibile intraprendere uno dei tanti itinerari che l'Umbria ha da offrire e raggiungere, hotel, agriturismi, ristoranti e altre strutture convenzionate con il progetto Umbria Green Card. Per la ricarica dei veicoli, sarà possibile fare affidamento su una serie di colonnine installate su gran parte del territorio umbro, a cominciare da Perugia, città che vanta una trentina d'installazioni.



Elena Ridolfi

Nessun commento:

Posta un commento