venerdì 11 luglio 2014

10 motivi perché il conflitto israeliano-palestinese diventerà sempre più violento

Oltre mezzo secolo di  lotte continue per un pezzo terra e per dissapori religiosi. In particolare le due regioni più coinvolte quella conosciuta come la Striscia di Gaza e in Cisgiordania. Negli ultimi mesi, le tensioni hanno raggiunto picchi preoccupanti, sfociate in azioni disumane come quelle di 4 giorni fa dove è stato bruciato vivo un ragazzo palestinese Mohammed Abu Khdeir dai soldati israeliani. Vediamo di riassumere questo ennesimo capitolo triste dell'umanità in 10 motivi perché il conflitto israeliano-palestinese diventerà sempre più violento

10- Nazione disunita - La Cisgiordania  copre circa l'11 per cento della  superficie totale.dello stato. Proprio in quest'area denominata  "Area A"  Israele può inviare delle truppe in ogni volta che vuole. Le altre due aree del paese aree B e C sono sotto l'autorità mista  palestinese israeliana. Ma è pur sempre come un "area occupata".

9 - Guerra imminente - Israele sta preparando il proprio esercito a  un'invasione su vasta scala a Gaza, già 40.000 uomini si stanno muovendo  contro Hamas.

8 - Sta arrivando la terza Intifada - Alla fine degli anni '80, le proteste palestinesi hanno scatenato una serie di manifestazioni e rivolte contro i cittadini israeliani che ha provocato la morte di oltre 1.000 palestinesi e quasi 100 israeliani. La seconda tra il 2000 - 2005 causò la morte di 3.000 palestinesi e oltre 1.000 israeliani, molti dei quali civili.

7 - Discriminazione - Il 5 luglio 2014, un video amatoriale caricato su You Tube ha mostrato la polizia israeliana picchiare un ragazzo di 15 anni. Questo non è il primo caso.

6 -  Strage di bambini -  La morte di un bambino non deve mai passare inosservata specialmente di fronte a criminali che usano i bambini come scudi umani e li sparano nelle strade.

5 - Un presidente della Palestina inconsistente - Mahmūd Abbās è attaccato da tutte le parti, con i membri di Hamas che lo definiscono un traditore e incapace di governare. Da poco Abbās aveva criticato Hamas per gli attacchi missilistici.

4 -  Continui  Attacchi aerei - L'8 luglio 2014 ci sono stati 160 raid aerei contro Hamas nella striscia di Gaza. In risposta al continuo lancio di razzi dei palestinesi  su Israele.

3 - Violazioni dei diritti umani - Indipendentemente da chi sia l'aggressore,l' uccisione indiscriminata di civili è una violazione dei diritti umani in ogni conflitto.

2 - Nazionalismo cieco - Da una parte quella della Palestina domina un nazionalismo cieco in stile musulmano, dall'altra Israele risponde picchiando i palestinesi sulle strade.

1 - Non c'è mai una ragione - Ho già detto tutto.






Nessun commento:

Posta un commento