venerdì 18 aprile 2014

Perché gli inglesi e americani chiamano Venerdì Santo Good Friday?

Come è scritto senza tradurlo di primo acchito Good Friday sembrerebbe buon venerdì, eppure Good Friday in inglese  letteralmente significa Venerdì Santo. Ma la domanda continua a essere lecita: tutti conosco che in questo giorno  Gesù Cristo fu crocifisso, ma per gli anglofoni è chiamato buono! Good Friday nel gergo letterale si potrebbe definire ''false friend'' parole che sembrano quelle che non sono.



Perché gli inglesi e americani chiamano Venerdì Santo Good Friday?

Risposta: La catechesi di Baltimora ha dichiarato che il Venerdì Santo viene chiamato bene (good), perché Cristo, con la sua morte, "ha mostrato il suo grande amore per l'uomo. Bene, in questo senso, significa" Santo ", e in effetti il Venerdì Santo è conosciuto come una ricorrenza Santa e importante  tra i cristiani d'Oriente, sia cattolici che ortodossi. Good Friday è anche il Venerdì Santo nelle lingue romanze.

In definitiva la risposta data dalla catechesi di Baltimora appare una buona spiegazione, tranne per il fatto che il Venerdì Santo viene chiamato buono solo in inglese. L'enciclopedia cattolica ha scritto ''L'origine del termine Bene non è chiaro. Alcuni dicono che nasce dal "Venerdì di Dio" (Gottes Freitag); altri sostengono che è dal tedesco Gute Freitag, quindi non di origine inglese. Gli anglo - sassoni chiamavano la giornata del Venerdì Santo come Long Friday ancora presente in Danimarca.

Eppure se il Venerdì Santo è stato chiamato good friday dagli inglesi, come sappiamo molte  delle loro parole  derivano dal tedesco o sassone, quindi Gottes Freitag, allora sarebbe scontata l'ipotesi che Gute Freitag in Germania rappresenta questo giorno, ma non lo è. Venerdì Santo in Germania è  Karfreitag- che vuol dire, Addolorato o sofferenza. In definitiva la spiegazione data dalla catechesi di Baltimora appare la più esauriente:  il Venerdì Santo è chiamato Good Friday  ''un bene'' perché la morte e il sacrificio di Cristo è diventata risurrezione alla Domenica di Pasqua,  portando una nuova vita e speranza all'umanità. Praticamente facendo due conti  questa cosa  già la conoscevamo andando al catechismo da bambini.

Nessun commento:

Posta un commento