martedì 17 dicembre 2013

I racconti brevi ma molto belli di Osama Alomar

Aggiungi didascalia
Osama Aloma è  un giovane scrittore siriano che vive  negli Stati Uniti da cinque anni, lui appartiene a una consolidata tradizioni letteraria: quello dello scrittore costretto all'esilio dal suo paese, e di essere uno scrittore di racconti  molto brevi.

All'inizio nuovo in terra straniera ha dovuto fare i più strani lavori per poter viver, accantonando il suo vero mestiere ''lo scrittore''.Una identità camuffata per necessità  nella sua nuova comunità , in un certo senso, un travestimento necessario.

Per fortuna il suo talento non è rimasto intrappolato in un cassetto, il sogno americano sta  diventando realtà per Osama. La sua prima raccolta di storie  in inglese ha iniziato a trovare pubblico e consensi, sia negli Stati Uniti che nella cultura anglofona più grande. Un Breve racconto o poema in prosa è questo il suo essere in poche righe.

La personificazione di personaggi animali come il Kalila wa Dimna, trova il suo diretto discendente nella naturalezza e convinzione con cui Alomar incarna molti dei suoi protagonisti siano essi elementi naturali come: l'oceano, un lago, fuoco e acqua, brezze, le nuvole-o oggetti di uso quotidiano come una goccia  di olio, o l'incessante suono del martello che batte su un chiodo.

Bibliografia in inglese

  • Seven Very Short Stories" in Noon                (2010)
  • Eleven Stories" in Web Conjunctions,            ( 2011)
  • Two Stories by Osama Alomar" in The Outlet (2011)
  • Breaking News" (10 stories) in "Coffin Factory" vol. 1 (2012)
  • Selections from All Rights Not Reserved, Tongue Tie, and O Man." in "The Literary Review" vol.55, no. 2 (2012)
  • Fullblood Arabian (Poetry Pamphlets) (2014)




Nessun commento:

Posta un commento