giovedì 28 novembre 2013

Il giorno del Ringraziamento è una delle poche cose che gli Usa non hanno ancora rovinato

Gli Usa è una terra fatta da strani e convinti  individui. Ogni quartiere ha la sua casa spettacolare in stile Halloween, con il prato del proprio giardino completato da lapidi. Ogni ufficio ha il  suo insopportabile stemma  Day watchdog di San Patrizio,di colore esclusivamente verde.

Inoltre esistono intere aree dove si possono acquistare accessori per Natale, e luci che sono sufficienti per illuminare una  prigione della Corea del Nord. Il giorno del Ringraziamento è ancora il più puro e incontaminato tra le festività americane,  è una delle poche cose che gli Usa non hanno rovinato.Per questo giorno non c'è bisogno di rituali  come il bacio a mezzanotte, c'è poca pressione nel bere o  impegnarsi in una allegria forzata.

Nessuno spende del tempo prezioso  a preoccuparsi di avere il costume migliore, figuriamoci ad apparire la donna più sexy. Certo gli americani anche nel mese di novembre continuano a sfogliare  riviste, mangiare patinate e migliorare il proprio purè di patate, ma per il Giorno del Ringraziamento tutti si siedono attorno a un tavolo di fronte al tacchino ripieno.

Il quarto giovedì nel mese di novembre, deve essere sempre è solo Thanks Giving Day. Una festa di cui essere orgogliosi in un momento di disparità di reddito, dove l'evento organizzativo più importante è la cena, fatta di ingredienti che sono ancora democratici.

Così ancora una volta si può mettere da parte, per un minuto gli ascensori del centro commerciali, i jingles di Natale e i dolcetto o scherzetto di Halloween. Ma c'è  ancora qualcosa di cui  gli americani devono essere grati, il giorno del Ringraziamento.

Nessun commento:

Posta un commento