giovedì 24 ottobre 2013

Boom di richieste Microcredito donna, ma molte non conoscono dove presentare la domanda

Il desiderio di creare un'impresa non è sufficiente; c'è il bisogno materiale di trovare i fondi e un ente, o un privato disposto a concederli. Tutto questo diventa ancora più complicato per le donne. Grazie al Ministero del Lavoro in collaborazione con l'Ente Microcredito, ha lanciato un programma ambizioso: il progetto Microcredito donna, nato per favorire la possibilità all'universo femminile di accedere a dei finanziamenti agevolati, per creare una propria impresa. La campagna  è stata denominata: ''Riparti da te! Bella impresa essere donna ''.
Che cos'é  il Microcredito Donna? Il Microcredito donna è un progetto previsto dal Ministero del Lavoro che aiuta a favorire le donne  nel mondo del lavoro, e che desiderano creare una propria azienda. In genere un esercizio modesto quale: nel campo artigianale, della moda, oppure l'apertura di un negozio. Lo scopo principale come ha detto lo stesso Ministro Giovannini, è quello di aiutare la persona interessata a non dover più fare affidamento, o chiedere aiuto a terzi, e presentare garanzie personali alla banca. Ancora il Microcredito donna nasce per fare fronte a un reinserimento lavorativo per le donne.
Dove presentare la domanda per il Microcredito donna? La domanda può essere presentata direttamente sul sito web: microcreditodonna.it creato dall'Ente per il Microcredito (Enm), dopo aver compilato correttamente il modulo di inserimento dei vostri dati.  Il personale si occupa di esaminare gratuitamente il progetto delle aspiranti imprenditrici, è quello di indirizzarle al finanziamento più consono alle proprie esigenze. L'Ente per il Microcredito non eroga direttamente il prestito, i finanziamenti verranno elargiti da istituti di credito che hanno aderito al progetto Microcredito donna
Le domande devono essere inoltrate non oltre il 30 novembre 2013, il progetto non deve avere una durata maggiore ai due anni.
Microcredito d'impresa e sociale: Il micorocredito prevede una doppia finalità: la prima è quella di favorire l'avvio di attività imprenditoriali e lavoro autonomo a persone fisiche, o società di persone o cooperativa, o nell'inserimento nel mondo del lavoro. Il finanziamento erogabile non può superare i 25.000 euro. Il Microcredito sociale invece è accordato per quelle persone fisiche in requisiti di particolare vulnerabilità sociale e economica. In questo caso il finanziamento concesso è di 10 mila euro.

2 commenti: