venerdì 27 settembre 2013

E' stata scoperta la vera identità di Jack lo Squartatore

Sono passati quasi 150 anni dal mistero e fare luce sulla vera storia e identità di Jack The Ripper conosciuto meglio come  lo Squartatore, ebbene dopo lunghi anni di supposizioni un detective tedesco ora in pensione afferma di aver fatto una sensazionale  scoperta,  su chi sia questo famigerato personaggio.

Una rivelazione che potrebbe cambiare la storia di The Ripper il quale secondo Miriot ( il nome del detective), non sarebbe un dottore della Londra Vittoriana, ma bensì un mercante tedesco Carl Feigenbaum. Miriott  sostiene che il cinema di Hollywood abbia falsato la vera storia, poiché i  documenti preso da lui in possesso parlano di altri fatti all'epoca degli omicidi.

Ciò di cui siamo sicuri: che nel periodo compreso tra il 31  agosto del 1888 e il 9 novembre del 1888 Mary Ann Nichols , Annie Chapman , Elizabeth Stride , Catherine Eddowes e Mary Jane Kelly furono uccise con un'arma da taglio nel quartiere di Whitechapel a distanza da un miglio l'una dall'altra. In particolare delle cinque vittime (tutte prostitute) il ritrovamento dell'ultimo corpo  fu qualcosa di sconvolgente, il serial killer le aveva mutilato i seni e le orecchie e posti sul comodini, il viso irriconoscibile perché anche quello mutilato, stomaco e buona parte degli intestini messi sopra le mani.

Perché secondo Miriott Jack lo Squartatore sarebbe un certo Carl Feigenbaum? Perché Feigenbaum in quanto mercante la sua nave era frequentemente attraccata al porto di Whitechapel, quindi frequentatore di prostitute. Non solo, questo strano personaggio era stato accusato dell'omicidio di alcune donne anche loro mutilate  a New York, e difeso dal suo avvocato William Lawton che ricorse all'infermità mentale per il suo assistito. The Guardian afferma che le indagini dello scrittore tedesco non possono essere prese inconsiderazione in quanto come  i  tanti ''Ripperologist'' mancano di prove concrete.

2 commenti:

  1. Brrr... solo a pensare a quel che ha fatto a quella poveretta mi vengono i brividi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'uomo può arrivare a fare cose impensabili anche per il più feroce degli animali.

      Elimina