mercoledì 14 agosto 2013

Il bonsai di 388 anni sopravvissuto alla bomba di Hiroshima

Se gli alberi potessero parlare avrebbero tanti aneddoti da raccontarci, come questo bonsai avente l'incredibile età di 388 anni e sopravvissuto alla bomba di Hiroshima.

L'albero fu piantato nel 1625 e originario di Miyajima Island,  ha resistito alle ingiurie del tempo e a una guerra atomica. Fu uno dei protagonisti  di Hiroshima situato a meno di 2 km dal punto in cui la bomba atomica fu sganciata  dagli Stati Uniti  in quel fatidico 6 agosto 1945.

Ora è un cittadino onorario permanente  presso il Bonsai Nazionale & Penjing Museum di Washington DC. E' una delle vere attrazioni del museo grazie alla sua incredibile storia. Ancora una volta la natura ci ha voluto stupire, neanche una bomba atomica, il peggiore delle invenzioni criminali prodotte dall'uomo è riuscito a eliminare del tutto ciò che la natura ha creato in milioni di anni.

Di seguito vorrei riportare alcune frasi del proprietario del bonsai che ricordano quel terribile 6 agosto 1945:

''In quel giorno, Shigeru  e tutti i membri della famiglia si trovavano all'interno della loro casa. La bomba esplose a circa tre chilometri dalla proprietà dei Shiregu. L'esplosione ha fatto saltare tutti i vetri delle  finestre di casa, ferendo  ogni membro della famiglia. Miracolosamente nessuno è ferito in modo grave''.

Il grande vecchio pino bianco giapponese assieme ad altri bonsai furono piegati dalla violenza di un invisibile tornado, ma nessuno fu danneggiato grazie alla presenza di un alto muro che proteggeva il vivaio, assieme a quelle piante c'era anche lui '' il bonsai di 388 anni.

foto[wikimedia commons], autore, Ragessos

2 commenti:

  1. Wow! Pensa che se fosse finito tra le mie mani non avrebbe avuto tanta fortuna... il mio pollice nero è una leggenda ormai! Buon Ferragosto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno ci prova, grazie buon Ferragosto anche a te :)

      Elimina