lunedì 19 agosto 2013

Ecco Imparis l'agricoltura per il sociale in Sardegna

In Sardegna è nata una nuova forma di fare agricoltura sostenibile e sociale dal nome semplice da ricordare Imparis.

Scommettere sulle risorse del territorio sardo è un dovere per imprenditori e cooperative che hanno scelto una delle fonti primarie e peculiarità della Sardegna '' l'agricoltura''. Ovviamente parliamo di agricoltura sostenibile e sociale per chi vuole combattere il forte disagio economico collettivo che da sempre fa parte dell'isola.

Imparis raggruppa 50 partner economici ed è stata costituita a luglio 2013, l'obbiettivo come abbiamo detto è quello di dare peso all'agricoltura sarda e sociale nel fine di dare uno stipendio alle persone meno fortunate che ora sono senza una busta paga, inoltre far conoscere i prodotti della Sardegna fuori dall'isola.


La presidente Giovanna Porcu ha detto ''Dietro i nostri prodotti o servizi c'è la storia di un riscatto, di un'emancipazione: quella di un ex detenuto piuttosto che di un minore problematico, di una donna che ha subito violenza, di una persona con disabilità, di un ex disoccupato, Il nostro obiettivo - conclude - è anche quello di evitare lo spopolamento delle campagne e delle zone interne dell'Isola''


Tra le priorità di questo progetto è dare importanza per chi dietro le quinte è stato impiegato per produrlo. Imparis vuole lanciare una nuova sfida quello di creare un inedito modello di agricoltura.

Nessun commento:

Posta un commento