mercoledì 21 agosto 2013

5 persone che affermano di essere sopravvissute a un aborto

5 persone che affermano di essere sopravvissute all'aborto della loro madre.  Una dichiarazione che se fosse vera potrebbe cambiare del tutto la delicata questione che da anni divide i pensieri delle persone. Ad ogni modo quello che conta: è l'unica differenza tra l'aborto e  un aborto fallito, che porta normalmente alla nascita prematura di un bambino.

Di seguito le storie di 5 persone che dicono di essere sopravvissuto a un aborto.

 Melissa Ohden -

Sua madre biologica decise di interrompere la gravidanza attraverso un aborto salino al quinto mese. Un aborto salino è diverso dalla maggior parte degli aborti in quanto richiede più tempo. Probabilmente la donna credeva di essere incinta meno di 5 mesi. Il fatto che Melissa è sopravvissuta e ha pesato  circa  3 chili.

Gianna Jenses -

Ora attivista anche lei nata dopo un tentativo di aborto salino.  A causa della soluzione salina le causò la paralisi motoria, solo dopo i 3 anni iniziò se pur con difficoltà a superare questo handicap.


 Josiah Presley -

Josiah è un giovane uomo che vive in Oklahoma  molto coinvolto in un movimento chiamato Abolitionism (abolizionismo) . Josiah ha un sacco di ragioni per opporsi, infatti anche lui nato dopo un aborto fallito in Corea che gli ha lasciato un braccio monco.


Brandi Lozier -

Brandi Lozier è nativa della Louisiana sua madre naturale aveva programmato di interrompere la gravidanza ancora con  procedura della soluzione salina a quattro mesi di gravidanza. Mentre lo staff medico era intento a togliere il feto morto, la bambina alzò un braccio e fu portata in rianimazione.


Dr. Imre Teglasy -

La storia del dottor Teglasy è unica  in quanto è sopravvissuto a  un aborto prima che ci fossero le procedure standardizzate per procedere. La madre voleva abortire nonostante le proteste del marito ha tentato di farlo da sola, ma non ebbe successo. Ora Imre Teglasy ha un  dottorato in letteratura ed è un avvocato per le donne gravide in crisi.


foto: via[sxc]

Nessun commento:

Posta un commento