mercoledì 10 luglio 2013

Roadkill: In memoria degli animali investiti in mezzo alla strada - foto



L'artista e fotografa Emma Kisiel ha raccolto alcuni animali vittime delle autostrade americane, contornando la piccola sagoma di una semplice composizione floreale in memoria della loro passata esistenza, poi immortalati da una serie di foto, senza mai spostare o riposizionare gli animali.

Guardando le immagini, il primo sentimento e sensazione che traspira, è quella di commozione e tristezza nel vedere degli animali investiti in mezzo alla strada, ma a questo punto viene da pensare quanti pedoni sono vittime di pazzi al volante, solo oggi la notizie di un ubriaco che ha travolto un bambino con un woofer.

Qualcuno potrebbe vedere queste foto come qualcosa di inquietante e macabro, invece è assolutamente una bella cosa. In definitiva, l'intenzione della fotografa alla base è quello di rappresentare "la nostra paura umana di fronte alla morte e la visualizzazione dei morti ".


 Kisiel spiega: "Le mie immagini richiamano l'attenzione sul fatto, mentre l'uomo ha un grande impatto sulla vita animale e naturale, le religioni in America  insistono sul fatto che gli animali non hanno un posto in Paradiso e sono quindi, di scarso valore nella nostra società''. ''Per questo - continua la fotografa, il memoriale fotografico è stato fatto senza muovere gli animali nella posizione originale di come hanno perso la vita.''


Roadkill esprime la sacralità del corpo degli animali colpiti accidentalmente dai veicoli mentre attraversano la strada.  Di solito il corpo di un animale riverso sulla strada viene spesso ignorato dai passanti. Pensate ai gatti avvelenati lasciati in decomposizione anche per un intero mese, nessuno che ha l'umanità almeno di spostarli. Ma questa è la realtà.

























foto: via [mymodernmet]

Emma Kisiel website

2 commenti: