martedì 16 aprile 2013

Giovane fotografo combatte la sua depressione scattandosi autoritratti surreali

L'arte è spesso un viatico  per esternare le proprie emozioni, senza sentimento un uomo non potrebbe essere  creativo. Un  qualcosa che un ragazzo di  20 anni Christian Hopkins conosce fin troppo bene. Il giovane fotografo utilizza la fotografia come un racconto fatto da  autoritratti surreali, che vogliono  raccontare quelle giornate di buio. Il fotografo ha detto: "Ho sofferto di  forte depressione negli ultimi 4 anni, manifestandosi in molti modi anche tramite la fotografia'' 


Un amico di Christian ha deciso di condividere alcune delle incredibili immagini del fotografo su Reddit perché era in procinto di eliminarle. Da quel momento è stato un vero successo di critiche positive. Le immagini sono dannate, traspirano tormento da parte dell'autore, in poche parole è arte al 100% ... un solo aggettivo fantastiche.

Mentre l'emotività a livello mentale  di Hopkins ha degli sbalzi d'umore, c'è però un sentimento che accomuna tutta le foto: depressione, la solitudine, letargia, e una battaglia a livello mentale con se stessi.


Quindici foto da tagliare il fiato, la depressione e quei  autoritratti così veri di un uomo abbandonato in un silenzio irreale. Un vero artista, speriamo che possa riprendersi da questa malattia troppo spesso sottovalutata da tante persone, perché molti non si rendono conto di quale sofferenza e non voglia di vivere navighi in un uomo che soffre di depressione.






















foto: via[reddit]

Nessun commento:

Posta un commento