lunedì 18 marzo 2013

La luce dopo la morte vista dallo scultore Mihoko Ogaki

Uno dei più grandi dilemmi da quanto l'uomo ha calcato per la prima volta il suolo terrestre è questo, Che cosa c 'è dopo la morte? C'è un'altra vita dopo questa terrena? Rinasceremo sotto quale forma, magari in un'aquila o in un albero?

Purtroppo nessuno è in grado di rispondere a questo quesito, molte persone  affermano di aver attraversato una forte luce mentre lottavano in un letto di ospedale tra la vita e la morte. E' chiaro che ogni singolo individuo ha la facoltà di credere o non a questi racconti extra corporei.

 Ispirato da queste idee di vita, morte e rinascita, un'artista giapponese Mihoko Ogaki ha realizzato alcune opere sorprendenti. Negli ultimi anni ha creato una serie continuativa  di sculture che si illuminano, quasi ad voler sottolineare il lieve  confine che esiste tra la vita e la morte. Il progetto in corso si chiama "Milky Ways"


Le figure sono costruite con della  fibra rinforzata e con plastica e sono modellati nella forma di una persona morta o morente. All'interno delle sculture vengono fatti migliaia di fori  integrati con luci a LED

 Lo spettatore assisterà allo spettacolo di una scultura nera che inizia ad illuminarsi. La  luce dopo la morte dove  l'anima di quel soggetto ha bisogno di staccarsi da quel corpo decadente. Forse all'inizio può apparire come un arte macabra, ma allo stesso tempo la trovo affascinante. Inutile il mistero, l'incertezza avranno sempre un loro fascino nella vita degli uomini.

Light-mihoko-ogaki-2


Light-mihoko-ogaki-3


Light-mihoko-ogaki-5

Light-mihoko-ogaki-7

foto: via [visualnews]

Nessun commento:

Posta un commento