lunedì 14 gennaio 2013

Venerdì si è suicidato Aaron Swarts il Robin Hood del web


Venerdì scorso  Aaron Swartz di  appena 26 anni programmatore e giovane attivista statunitense si è  suicidato nel suo appartamento a New York, una grande perdita per un Internet migliore.
 Egli inventò a soli 14 anni il Real Simple Syndacation (Rss), l’opzione per abbonarsi gratis ai post di un blog e portali. Ma non solo, nella sua breve vita collaborò assieme a Lawrence Lessing per creare Creative Commons, per la questione del copyright su internet.

Dopo aver abbandonato in modo frettoloso gli studi a Stanford, Aaron  fondò l'azienda di software Infogami, che a sua volta fu integrata con  Reddit, il portale l’aggregatore di notizie, dove gli utenti possono postare news in diretta, tanto piaciuto anche a Obama nel corso delle sua seconda elezione alla Casa Bianca. Il presidente rispondeva ai suoi lettori.

Ma Aaron Swartz verrà ricordato come il leader  di Demand Progress, il gruppo no-profit che ha combattuto  contro le proposte di legge Sopa/Pipa lo scorso anno.  Un ragazzo, che come scopo nella vita ha sognato una rete  più libera e per tutti. Il suo calvario è iniziato  nel 2010 quando scaricò con un suo programma da lui creato quasi cinque milioni di articoli accademici conservati sulla biblioteca digitale JSTOR.

 Aaron fu arrestato per frode informatica, poté uscire di prigione pagando una cauzione di 100 mila dollari. La Jstor l’anno successivo in estate  lasciò cadere la denuncia perché Aaron aveva restituito indietro tutti i file. Solo 2 giorni prima la morte del ragazzo la biblioteca digitale decise di lasciare gratuiti l’accesso a milioni di articoli, ma l’accanimento da parte di certi procuratori,  infatti Aaron avrebbe dovuto sostenere un processo per frode informatica e  se condannato, sarebbe dovuto  rimanere in carcere fino a 35 anni, con una multa da pagare di un milione di dollari, ha portato il ragazzo a smettere di lottare. Comunque Aaron soffriva di una brutta forma di depressione, già in passato aveva avuto il pensiero di togliersi la vita.

Come ha detto la stessa biblioteca digitale in un comunicato per la prematura scomparsa del ragazzo siamo d'accordo che Aaron  Era una persona veramente di talento che ha dato importanti contributi allo sviluppo di Internet e del web da cui ora noi tutti beneficiamo.

La storia di Aaron Swartz

Foto: Aaron Swartz (AP Photo/The New York Times, Michael Francis McElroy)

2 commenti:

  1. Mi dispiace e mi fa davvero rabbia quanto è successo.

    RispondiElimina
  2. Anche a me quando sono venuto a conoscenza del fatto. E' stato l'ennesimo genio che ha dovuto combattere contro i soprusi dei potenti.

    RispondiElimina