lunedì 28 gennaio 2013

La ragazza con l'orecchino di perla con i jeans

Quando guardiamo e ammiriamo i  ritratti classici, è facile sentirsi quasi trasportare e pensare  alla  vita della persona che stiamo visualizzando. Spesso essi sono circondati da interni grandiosi  i personaggi  indossano  vestiti pregiati, perché quasi sempre il ritratto è in onore di un uomo ricco e importante del passato.

Il quadro è una porta aperta con il passato,  un libro che racconta le gesta di un uomo, dove lo spettatore  personalizza a suo piacimento la sua storia.. L'artista Dorothee Golz ha rivoluzionato questi quadri affascinanti  grazie al digitale. Così il celebre quadro "La ragazza con l'orecchino di perla" di Jan Vermeer, nella mente di Golz indossa i pantaloni e cammina in una cucina moderna.

Golz schiaccia i volti dei ritratti  con rappresentazioni moderne, che per qualche cultore della pittura classica potrebbe essere una sorta di sacrilegio, come il dipinto di una nobile donna rinascimentale  e il suo giubbotto in pelle in stile punk . Le espressioni austere su molti dei volti dei soggetti, si adattano all'estro dell'artista che a suo piacimento colloca questa personaggi storici in un'epoca moderna.

Ogni immagine è ben realizzata, lasciando poca differenza di colore della pelle o la posizione a quella originale.

 Golz  è  attivo nella scena artistica dai primi anni "80, nella sua carriera  ha prodotto  una grande quantità di lavori molto interessanti dalla scultura, disegno e fotografia. Nelle sculture spesso sperimenta la forma di oggetti da casa, unendo le varie forme in singolo elemento. Per chi fosse interessato può visitare il suo sito web.



foto via thaeger



foto via thaeger

5 commenti: