venerdì 17 agosto 2012

Morire a 16 anni ucciso da un toro per una stupida tradizione

Siamo nel 2012, eppure per certi versi l'uomo è rimasto ancora come se fosse nel medioevo. Morire a 16 anni  ai nostri giorni investito da un toro, è qualcosa di inconcepibile. Diego P., originario di Bolea stava partecipando alla stupida tradizione di correre davanti ai tori, purtroppo questa volta non c'è stata solo qualche persona che ha riportato delle lievi escoriazioni, la corsa matta ha fatto una giovane morte.

Il ragazzo è stato investito da uno dei tori di piccole dimensioni (ma sufficienti per far morire una persona),  ha sbattuto violentemente contro una delle staccionate di protezione dell'arena. A causa delle gravi lesioni interne è morto dopo il ricovero in ospedale. La Spagna è scioccata, ma forse non il tanto giusto per proibire definitivamente questo delirio di massa.

Nessun commento:

Posta un commento