mercoledì 13 giugno 2012

Approvato l’art.10 del Ddl corruzione, una beffa

La Camera ha votato la fiducia sull’articolo 10 del Ddl corruzione sulla non candidabilità delle persone condannate per delitti non colposi, peccato che sarà operativo,se tutto va bene, tra un anno.
La norma su cui il governo ha ottenuto la fiducia prevede una delega al governo ad adottare entro un anno dall’entrata in vigore della legge un testo unico sull’incandidabilità a parlamentare e ad altre cariche elettive di chi ha subito una condanna penale definitiva per reati contro la pubblica amministrazione o per un delitto punito con pena superiore a tre anni.
Alle prossime elezioni sarà tutto come prima, cambiare per non cambiare nulla, buffoni i Professori ed il governo che li sostiene.

fonte : express news . it

1 commento: