martedì 24 aprile 2012

L’economia tedesca in forte crescita ha bisogno di ulteriore immigrazione


(Express-news.it) La Germania ha bisogno di circa 200.000 immigrati in più all’anno per compensare il deficit demografico e sostenere l’economia.
E’ quanto riporta il rapporto mensile della Bundesbank.
Questo afflusso deve essere accompagnato dal prolungamento della vita lavorativa e per facilitare la conciliazione tra lavoro e famiglia, soprattutto per le persone con bambini piccoli. L’anno passato ci sono stati 177.300 immigrati già inseriti nel mercato del lavoro tedesco. Provengono principalmente dall’Europa centrale e orientale. Il numero di migranti è stato del 2,6 per cento in più rispetto al 2010: l’incremento maggiore negli ultimi quindici anni.
Complessivamente ci sono più di dieci milioni di immigrati in Germania, su una popolazione totale di 81,7 milioni. Tuttavia, la Germania ha un problema demografico, perché ha l’età media più alta del mondo e la più bassa fertilità. Entro il 2060, più di un terzo della popolazione avrà un’età superiore a 65 anni. Questo rischia di minare la crescita economica.
I primi mesi di quest’anno l’economia tedesca non è riuscita ancora riprendersi, secondo il bollettino mensile della Bundesbank. Le temperature siberiane di febbraio hanno depresso l’attività dei cantieri edilizi. Per contro, la ripresa globale nei mesi successivi, e le esportazioni tedesche hanno dato una forte spinta all’economia del paese.
manovalanza 800x555 Leconomia tedesca in forte crescita ha bisogno di ulteriore immigrazione

Nessun commento:

Posta un commento