mercoledì 28 marzo 2012

Libia nuova successione in vista dello stato del Fezzan

La Libia sembra  non avere mai pace, i malumori intercorrono all'ordine del giorno. Questa volta ad alimentare i dissapori è lo stato del Fezzan che rivendica l'autonomia e indipendenza alla Libia.
Il Fezzan è stato oggetto anche di contesa dell'Italia nella prima guerra mondiale, terra al sud della Libia, il suo popolo gente seminomade che si sposta tra il deserto e il Niger nella Libia meridionale.

Prima di rivendicare l'indipendenza fu la Cirenaica altra regione storica della Libia. Da giorni sono insorti guerriglie tra la popolazione locale del Fezzan chiamata Tibu contro i soldati libici. Il bilancio inizia ad essere pesante con 63 morti nella città di Fezzan.

Abdelmajid Mansur portavoce dei Tibu ha chiesto aiuto alle forze internazionali perché questo sempre una pulizia etnica in tutti i sensi. I Tibu furono tra i primi a schierarsi in prima fila per scacciare il tiranno Gheddafi.

Nessun commento:

Posta un commento