venerdì 21 ottobre 2011

Laureato senza esperienza lavorativa: che fare per trovare lavoro?

L'altro giorno mi sono imbattuto in un interessante articolo dal titolo fin troppo chiaro: Senza esperienza come si fa ad entrare nel mondo del lavoro?
Una domanda di un certo Andrea B ma che rappresenta la maggior parte dei neo laureati o diplomati. L'esperto del blog Lavoratorio ha dato una risposta abbastanza chiara ma al limite delle scontato, che è lecito cercare personale con esperienza in quanto l'azienda non può avere il pericolo di avere nel proprio organo un lavoratore che ha bisogno del tempo per imparare.

In Italia l'80% dei neolaureati ha serie difficoltà di trovare un primo lavoro il restante 20% deve fare un vero terno a lotto per essere assunto tramite lo stage e poi sperare di essere confermato. Purtroppo il problema è negli anni formativi universitari della scuola italiana, la nostra nazione sicuramente una delle prime a livello culturale e per difficoltà degli anni accademici, ma in fondo alla lista come organizzazione e aspettative future per creare posti di lavoro.

Non c'è ancora una soluzione un connubio che possa interagire tra studi e pratica, guardiamo per esempio le Università americane o quelle inglesi o del nord Europa, un ragazzo universitario viene introdotto dal datore di lavoro stesso. Il pasaggio quindi avviene in maniera naturale - organizzata. Qua in Italia invece è tutto un rebus e un mistero trovare un lavoro.

La differenza quindi tra l'Italia e altre nazioni è quelle di investire sui giovani, purtroppo l'università in Italia non ti forma da un punto di vista lavorativo tranne qualche facoltà come medicina dove gli alunni sono logicamente impiegati ad assistere nelle strutture sanitaria. Ma in molte altre tutto tace, poi se come dicevo non c'è neanche la volontà di investire sui giovani non lamentiamoci se i migliori sono all'estero a fare fortuna e far crescere una nazione che non si chiama Italia.



Foto Green Lane - Fonte Wikimedia Common

Nessun commento:

Posta un commento