martedì 6 settembre 2011

Per I raccomandati quale crisi? Il Lavoro ci sarà sempre

Voglio essere anch’io un raccomandato e non me ne vergogno a dirlo, quale meritocrazia? Non fatemi ridere, la conoscenza prima di tutto è il modo per arrivare prima al successo e per trovare un lavoro. Neanche la recessione ferma le raccomandazioni l’unico fenomeno che non ha risentito della crisi, quindi politicanti fatevi avanti: raccomandatemi sono il vostro pupillo. Ma che indecenza quello che ho scritto; ma chi di noi anche il più puro tra gli esseri umani non sarebbe tentato se avesse una conoscenza, il salto non è di 1 metro ma di 100! Il 30% delle nuove assunzioni nel nostro bel paese tiene la mano e bacia l’anello ai santi terreni, chi al piccolo assessore di campagna, chi ha al sindaco del comune di 550 abitanti per avere un posto da manutentore nel proprio municipio e strade adiacenti! Man mano che la carica del politico aumenta il calcio nel sedere è più forte e godurioso dandoti l’opportunità di avere un bel lavoro con la poltrona, e perché no nel parlamento italiano o in un ente pubblico, dove vedo delle signore acide che digitano con il computer con un dito; alla faccia della professionalità!
In quel tempo Dio creò la terra e prima di Adamo ed Eva il raccomandato, così i corrotti i privilegiati prolificarono nel mondo portandoci la buona novella, potessi pubblicherei un libro intitolato: Guida a come farsi raccomandare 10 modi infallibili, gli ultimi 5 chiederei aiuto a qualche escort illustre, avete capito di chi sto parlando! Sarebbe un successo strepitoso, potrei guadagnarci davvero un bel po’ di din din.
Logicamente la prefazione sarebbe poetica, una dedica a tutte quelle persone che l’arte della raccomandazione si cela gelosamente nel loro marcio DNA! Sarebbe giusto chi abbia avuto questi trattamenti di favore ottenendo un lavoro senza neanche aver compilato mai un cv , di nominarlo anche Cavaliere del regno, non so che dire l’Italia funziona così, aspettando il 2012 e quello che sarà secondo i Maya, non restare a guardare fatti raccomandare almeno dal parroco del tuo paese! Meglio pulire e sgrassare le campane che le palle di Natale!

Nessun commento:

Posta un commento