domenica 14 agosto 2011

Jonathan Jeremiah- solitary man- un nuovo grande cantante


Un artista trovato e conosciuto su you tube per caso, con il suo primo video e singolo dall'album '' happiness'' lui che cammina solitario nelle sponde del Tamigi
ma canta di qualcosa che assomiglia alla felicità.
Così dopo questa canzone mi sono talmente incuriosito che mi sono procurato
il suo cd, molto espressiva anche la copertina con il cantautore appoggiato credo in
un ponte e il tramonto alle spalle che sta lasciando spazio alla notte.

Un cantante con un background soul perché si sente nelle sue corde vocali,
probabile che uno dei suoi maestri è stato Tom Jones!
Jonathan Jeremiah è un cantante inglese ma sicuramente di origini del nord
America, un cantante raffinato con una voce davvero bello e profonda.
Il suo aspetto dai capelli ricci stile Jesus Christ superstar e le sue sonorità sembra di rivedere un cantautore solitario anni 60
poeti che cercavano la pace di se stessi e per l'umanità, il suo mondo si avvicina
a quello del compianto Nick Drake altro cantautore inglese, non c'è niente di sbagliato se usa la sua voce con modalità quasi singhiozzata, dà ancora di più emotività e
un tocco personale di classe a tutto il suo lavoro.
Le sue musiche oltre avere radici suol sono accompagnati da suoni pop classici, senza tempo, con sontuosi arrangiamenti orchestrali, Jeremiah è il classico
cantautore dall'anima tormenta lo si sente dalla sua mimica facciale lo si
capisce tra le righe quando si traducono i suoi testi.

Cantautore probabilmente come quelli più sensibili che ha trascorso notte insonni
per comporre in musica il suo disagio, le modalità con cui lo accompagna la sua band si mescolano alla perfezione autentica, dando un impatto emotivo ancora
più forte, poi nel disco ci sono canzoni ancora più introspettive acustiche accompagnate solo dalla sua grande voce.

A solitary man è stata una vera goduria per le mie orecchie che erano stanche di sentire eccessi e suoni di compressione moderna,in Solitary man ci cono anche
dei corni francesi che emergono da stringhe di chitarra e diventano un calmante per il proprio spirito.

Nessun commento:

Posta un commento