mercoledì 31 agosto 2011

Google Plus: nessuna identità virtuale

Lo sperimentale Google Plus antagonista di Facebook ogni giorno migliora la sue falle e perplessità iniziali, ma il nuovo nato della Google non consente nickname o falsi nomignoli alla registrazione. Lo stesso Eric Schmidt ha lasciato pochi giorni fa queste dichiarazioni "" Google plus non accetterà più le identità inventate''.
Dunque chi vorrà far parte di questa nuova avventura targata Google non dovrà registrarsi con pseudonimi, l'internauta che accetterà l'amicizia deve essere sicuro che si tratta di una personale reale e possibilmente anche con tutte le sue caratteristiche quale: lavoro, foto.
Ad ogni utente verificato verrà applicata un’etichetta “verified-name” che comunica al visitatore che il profilo che si sta visionando è “reale”, al contrario per quelli non verificati potrebbero incorrere di vedersi il loro account sospeso.
Per chi vorrebbe aggiungermi:https://profiles.google.com/lukescintu

Nessun commento:

Posta un commento