lunedì 16 maggio 2011

Votare Si contro una strage annunciata

Non voglio neanche pensare che qualche persona abbia votato a favore per il nucleare, vedermi una centrale a soli 5 km da casa mia
sarebbe come essere già morto.
Eppure ho sentito fare dei discorsi da parte di certa gente che le centrali in Sardegna porterebbero ricchezza e nuova verve alla regione, perché sentire queste oscenità e continuare a vivere nel silenzio dentro un limbo che non appartiene al vero popolo sardo, già l'esercito americano ha letteralmente usurpato parte della nostra terra per le loro sporche esercitazioni e sperimenti di bombe procurando malattie radioattive come il cancro alla tiroide. Sarebbe il caso di riappropriarci della nostra terra che i nostri avi avevano reso paradiso terrestre e centro della civiltà! Una civiltà quella sarda con una storia a sé ma che le istituzioni una vera massoneria ama per i propri interessi tenere all'oscuro la verità e la grandezza di questo posto, che sé solo volessimo saremo meglio della Svizzera.
Avere le centrali è come non avere mai fatto parte della vita umana non avere contribuito alla storia dell'umanità ad un solo paragrafo in un libro di storia, è come essere prigionieri dentro a un quel film chiamato il silenzio degli innocenti...io voglio che le strutture la burocrazia migliori, sono a favore della tecnologia cosiddetta intelligente che debba aiutare l'uomo a migliorare la propria vita. Una futura visione di una centrale fuori città darebbe ancora più sicurezza alle mie poche certezze che l'uomo è una merda.

Nessun commento:

Posta un commento